“Un pò meno scienza, un pò più d’arte, signori”
Trousseau

“L a scienza esatta e l'arte di guarire non sono ostili l'uno con l'altro....
L'ideale continua in un rapporto armonioso fra le due....”

Donzellini


Trattamento naturale

Sclerosi Multipla: Un Problema di Scienza e Coscienza, non solo di Scienza!

Cari lettori, care lettrici

Questo sito, sviluppato insieme ai miei colleghi e collaboratori, Ester Di Giandomenico, Angelo Maggio e Carmelo Fava, è il frutto della nostra esperienza professionale, come pure della consultazione della letteratura internazionale, scientifica e non scientifica, attualmente a disposizione, nonché dei numerosi corsi di aggiornamento nazionali ed esteri. Lo scopo del sito non è quello di entrare nei dettagli della sclerosi multipla (SM), ma di informare i lettori su certi aspetti poco conosciuti e meno divulgati della malattia, come pure di far conoscere anche le nostre esperienze e le nostre riflessioni scaturite nel corso di circa 30 anni di attività clinica nel trattamento alternativo della scleroso multipla.

 

Per la SM, allo stato attuale della scienza medica

Non esistono spiegazioni soddisfacenti circa la causa della malattia

Non esistono mezzi diagnostici e terapeutici specifici efficaci e innocui

 

Certe decisioni scientifiche, quali la somministrazione di corticosteroidi e di immunosoppressivi, sono solo palliative e limitate alla fase acuta e di esacerbazione della malattia, poiché di dubbia efficacia e perché non privi di importanti effetti collaterali. Lo stesso dicasi delle recenti proposte terapeutiche mediante drenaggio di sangue attraverso la vena giugulare. Le recenti speranze terapeutiche sulle cellule staminali necessitano ancora di studi e di conferme e, pertanto, `nonostante i progressi scientifici e nonostante l'esistenza di numerosi centri medici specializzati, i malati di sclerosi multipla continuano a soffrire e vivere di speranze. Inoltre, le norme scientifiche di sicurezza non sono servite a evitare gli effetti collaterali e le complicazioni delle terapie attualmente impiegate.

Ora, nonostante la scienza medica sostenga apertamente che "sia le forme più comuni di sclerosi multipla, sia quelle progressive e secondarie a tutt'oggi non sono suscettibili di cure", altre alternative terapeutiche meno rischiose non vengono studiate e nemmeno prese in considerazione per uno studio più approfondito, solo perché volutamente etichettate come non scientifiche . Non è forse questa una ingiustizia verso il malato, che potrebbe venire privato di cure efficaci e meno pericolose? E non è forse anche una scorrettezza verso il medico, che viene invogliato, condizionato, se non addirittura obbligato, a perseverare con cure medicamentose scientificamente riconosciute come pericolose, rischiando anche di incorrere in un atto di grave responsabilità e negligenza professionale?

Non intendiamo, con questo, criticare l'attuale sistema scientifico-sanitario, anzi abbiamo sempre avuto una grande ammirazione e un profondo rispetto verso tutti coloro che con Scienza e Coscienza si sono prodigati per alleviare le sofferenze umane. Il problema è che i tempi sono molto cambiati, la coscienza è solo un ricordo lontano e la scienza viene sempre più contaminata da fabbricazioni, falsificazioni e conflitti di interessi.

La sclerosi multipla viene universalmente riconosciuta come una malattia autoimmune, caratterizzata da anomalie del sistema immunitario che portano all'autodistruzione della mielina del sistema nervoso centrale e periferico. Conseguentemente, il malato di sclerosi multipla necessita di terapie capaci di ripristinare le normali funzioni del sistema immunitario e non di terapie immunosoppressive, come quelle , paradossalmente oggi raccomandate dalla scienza medica.

Il malato di sclerosi multipla necessita di terapie immuno-protettive, non immuno-soppressive,

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune, caratterizzata da una anomalia del sistema immunitario che porta all'autodistruzione della mielina del sistema nervoso centrale e periferico. Conseguentemente, il malato di sclerosi multipla necessita di terapie capaci di ripristinare le normali funzioni del sistema immunitario e non di terapie immunosoppressive, come quelle attualmente raccomandate dalla scienza medica.

Pertanto

Urge un cambiamento di rotta onde ristabilire le regole dell'arte medica!

Urge una medicina basata sul paziente, piuttosto che sulle evidenze scientifiche!

Urge non solo scienza, ma anche coscienza!

Urge la volontà di studiare scientificamente altre alternative diagnostiche e terapeutiche più adeguate per il paziente e non solo per il sistema politico-economico-sanitario.

Urge integrità morale e un più profondo e umano rispetto e rapporto fra medico e paziente.

Al malato di SM, mancando la capacità di coordinare importanti funzioni, quali quelle di autodifesa, autoriparazione e autorigenerazione della mielina e dei tessuti adiacenti., necessitano urgenti interventi di natura immuno-correttiva, neuro-trofica, neuro-rigenerativa, neuro-protettiva. Le terapeutiche devono quindi essere privi di effetti collaterali e multifattoriali, e questi sono anche gli obiettivi fondamentali del l’ approccio alternativo nella cura della sclerosi multipla presso l’Eumedica Swiss Center di lugano.

Il trattamento alternativo multifattoriale, da noi impiegato, è personalizzato e prende in considerazione i seguenti fattori:

1. Lo stile di vita fisico e psico-spirituale del malato

2. Il potenziale energetico.

3. Il flusso di sangue nei distretti micro circolatori colpiti.

4. L'ossigenazione delle strutture nervose lese.

5. Il trasporto delle informazioni elettro-chimiche lungo le vie nervose interessate.

6. Il pH (grado di alcalinità e acidità) del sangue e delle cellule.

7. La scelta di una alimentazione più adeguata allo scopo.

In casi particolari, utile e compatibile si è rivelata anche l'associazione delle nostre terapie alternative con quelle scientifiche oggi impiegate.

Scopo della combinazione terapeutica è quello di proteggere i malati di SM dall'effetto immunosoppressivo delle terapie impiegate dalla scienza medica e di incoraggiare i processi naturali di autorigenerazione e autoprotezione mielinica.

Per nessuna ragione intendiamo sostenere che il nostro approccio di trattare la SM sia superiore a quello di qualunque altro, scientifico e non scientifico, attualmente impiegato. Il nostro modo di curare la SM è semplicemente diverso ed é scaturito dalla necessità e urgenza di studiare e trovare un metodo più ottimista e più innocuo da quello attualmente proposto dalla scienza medica.